© Isabella Sassi Farìas 2016

Built with Indexhibit

Isabella Sassi Farìas (1978)

Architetto e fotografa italo-cilena, ha studiato in erasmus all'università FAUP di Porto e si è laureata all’Università IUAV di Venezia, dove ha seguito i corsi di Guido Guidi e Lewis Baltz.

Realizza servizi fotografici di architettura, interni, ristrutturazioni, allestimenti, arredamento e oggetti di design, ritratti e still life.

All’attività professionale unisce la ricerca artistica e le collaborazioni con l’università, dove tiene seminari e lezioni di fotografia intesa come metodo d'indagine sullo spazio abitato.

Dal 2005 espone fotografie e video in alcune mostre collettive a Lille, Barcellona, Venezia, Treviso e Rubiera e nel 2007 in una personale a Como una serie di fotografie che indagano lo ‘spazio di confine’ in ambito europeo.
A seguito del conseguimento della cittadinanza cilena, si reca a più riprese in Cile per svolgere una ricerca di fotografia e architettura in un complesso di edilizia popolare e sulle dimore del poeta Pablo Neruda.
Una sua fotografia del progetto “Abitare l’Avana”, dedicato alla coabitazione nel centro storico della capitale cubana, ha ricevuto una segnalazione al Premio Nascimben di Treviso.
Nel 2013 ha curato la mostra di Guido Guidi “La Tomba Brion di Carlo Scarpa” all’Accademia di architettura di Mendrisio.
Recentemente è' stata selezionata tra i finalisti del concorso "Lugano-Tesserete. Evoluzione di un percorso ferroviario" indetto da Choisi-one at time ed espone al Chilometro della Conoscenza di Como la mostra "Occupazione Artistica/Artistic Occupation".

Ha lavorato con l’Accademia di architettura di Mendrisio, la rivista Archi, l’Associazione Villa del Grumello, la Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti, il Politecnico di Milano e Swatch Retail.
Collabora con la Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana e con riviste, professionisti e designers in Italia e all’estero.

Co-founder Urban Reports
www.urbanreports.org

isabella.sassi@gmail.com